Contattaci

Cosa sai riguardo alla rimozione dei tatuaggi e trucco permanente?


Il termine corretto sarebbe schiarimento del pigmento, che è una procedura gradita da un cliente, oppure suggerita da un operatore del settore che consiste nello schiarimento graduale della zona tatuata, per poi eseguire sopra un lavoro ex nuovo. Inoltre è un ottimo metodo per eliminare i errori. Il che significa che la rimozione non è necessariamente utile per rimuovere qualcosa di cattivo, ma anche qualcosa che è stato tatuato più e più volte.

Cosa rende il trucco permanente PERMANENTE?

ll processo di tatuaggio, che sia visagistico o artistico consiste nel inserire il pigmento sotto l’epidermide, piu precisamente nel derma che è lo stratto intermedio della pelle.
Depositando il pigmento in questo strato ci assicuriamo che quest’ultimo non sarà assorbito dai tessuti sottocutanei, oppure esfoliato dall’epidermide tramite la rigenerazione naturale.

Quando il pigmento/inchiostro si deposita nel derma, il nostro sistema immunitario reagisce allo stesso modo, come con qualsiasi altro oggetto estraneo inserito nella pelle, ovvero il sistema linfatico cerca eliminarlo o assorbirlo.

Passando il tempo , questi globuli bianchi del sistema linfatico pian piano si mangiano le particelle del pigmento , ma alcune di loro sono cosi larghe da aggrappare ed espellere dalla pelle. Proprio per questo la o il cliente ritorna a fare dei ritocchi.

Alcune particelle dei pigmenti sono davvero molto larghe per essere assorbite completamente dal sistema linfatico, perciò inevitabilmente il trucco permanente, diventa poi permanente.
Molte volte questo dipende anche dalla pressione applicata, e strati di pigmento. Più ritocchi si effettuano, piu il tatuaggio diventa permanente. Proprio per questo motivo dobbiamo essere in grado di sapere come rimuovere e alleggerire i strati della pelle dal pigmento.

Che tipi di rimozione esiste?

ABRASIONE


Abrasione con il sale risale dai tempi di greci e era una sorta di tortura. Si strisciava la pelle con una garza e sale finche la pelle non veniva decorticata. Questa prcedura veniva ripetuta ogni 2 giorni, finché il pigmento non risaliva alla superficie

ESPORTAZIONE DEI TESSUTI

Consiste nel rimuovere chirurgicamente la pelle tatuata, tagliandola proprio fuori. Si effettua, quando non c’è possibilità di rimuovere con altri metodi. Ovviamente sotto la totale anestesia. È unico modo per asportare tutto il pigmento senza lasciare i residui, ma può provocare le cicatrici.

DERMOABRASIONE

Dermoabrasione consiste nell’ultizzo di un aggeggio che funziona come una sorta di sabbiatura e abrade i strati della pelle provocando bruciare, cicatrici, sangue. Prurito, infezioni ecc. Anche in questo caso, il pigmento viene rimosso praticamente del tutto,. Ma la possibilità di avere le cicatrici post trattamento è davvero alta.

ACIDI

Ci sono le soluzioni liquidi a base di acido glicolico o lattico che offrono varie aziende. Il metodo e sicuramente efficace, ma può corrodere la pelle provocando le ulcere, cheloidi e cicatrici ipertrofiche.

Esistono anche i metodi come la crioterapia, ma anche questa è molto pericolosa e causa le cicatrici.

LASERTERAPIA.

È uno dei metodi piu diffusi, che consiste nel rompere i frammenti del pigmento sotto la pelle nelle micro particelle che poi vengono espulse tramite il sistema linfatico(crosticine).

Il laser più diffuso è – Q Switched. Ottimi risultati, ma funziona per lo più con i pigmenti enti scuri e di vecchia data. Mentre il PICO LASER, rimuove anche i pigmenti colorati, tra qui anche SKIN TONE, perchè riesce a frammentare il pigmento in particelle minuscole, che facilitano eliminazione.

Tuttavia, laser è un metodo molto efficace e anche potente, perciò bisogna prestare attenzione quando viene applicato sul viso, e di prestare attenzione quando si tratta della pelle matura e sottile.

SOLUZIONE SALINA

Questo metodo è sicuro, perchè il nostro corpo produce già questa sostanza. Di solito il prodotto è combinato con aloe e il processo di rimozione con soluzione salina è molto simile alla dermopigmentazione.


Come funziona?

Il sale, va a colpire i globuli bianchi e tramite l’osmosi aiuta a liberarsi del pigmento.

Il trattamento è molto sicuro se è effettuato in modo corretto, ed è proprio per questo motivo che consiglio frequentare il corso e non acquistare il prodotto per il conto proprio, perchè altrimenti potete peggiorare la situazione, causando le cicatrici.

Prossima data: 10 gennaio a Montecatini Terme!

Allego il link per acquistare il corso https://www.dermafusion.it/shop/prodotto/corso-avanzato-di-rimozione/

Lascia un commento

L’indirizzo email non verrà pubblicato.